Storia e futuro della cannuccia

Ci pensate quando bevete una bibita, un the freddo o gli adulti un cocktail che la cannuccia esiste da più di 5.000 anni?

Nelle rovine delle città sumere sono state trovate, risalenti al 3.000 a.C., cannucce fatte d’oro e lapislazzuli. Molto probabilmente servivano a questo popolo, i Sumeri, per bere la loro birra, molto più densa e torbida di quella prodotta oggi e serviva loro per non succhiare i pezzetti amari che si depositavano sul fondo.

Anche i nativi argentini usavano del legno cavo adattato a un filtro metallico chiamato “bombilla “ per bere il mate, un delizioso infuso di erbe tipico di lì.

Nell’ Ottocento in Europa e negli Stati Uniti nasce la moda dei drink e si utilizzavano cannucce di paglia di erba di segale che però si riducevano in poltiglia e cambiavano sapore alle bevute.

Fu Marvin C. Store mentre sorseggiava insoddisfatto un Julep alla menta a cambiare la nostra storia nel 1888: questo signore lavorava in una fabbrica che produceva i tubicini di carta per contenere il tabacco delle sigarette e ne creò uno più resistente avvolgendo numerose striscioline di carta intorno ad una matita da disegno.

La misura della lunghezza era intorno ai 25 centimetri e quella del diametro sufficiente a non far incastrare i semini di limone. Tutto calcolato!

Le persone furono entusiaste di non trovarsi più la paglia tra i denti anche se nel liquido la carta non ha poi così lunga vita. Allora la cannuccia fu rivestita da un foglio di paraffina (avete presente quella sostanza bianca che ricopre certe volte i formaggi o le candele?) che la rendeva un po’ più impermeabile ed il problema adesso rimaneva solo a coloro che modellavano i tubi a mano e dopo un lavoro del genere dovevano fargli proprio male! Nel 1906 Marvin Store ideò finalmente la macchina per velocizzare e aumentare la produzione delle cannucce per la sua fabbrica, la Stone Straw Co.

Sappiate che la tecnica di avvolgimento manuale ha ispirato anche molti importanti invenzioni: dai tubi a spirale della radio nel 1928 ai motori elettrici; dalle batterie fino all’ingegneria spaziale!

E la cannuccia che si piega?

Arrivò qualche anno dopo, nel 1936 a San Francisco, quando Joseph Friedman vedendo sua figlia Judith non riuscire a bere con la cannuccia dritta il suo frappè (non so voi ma io me lo immagino alla fragola…), prese una vite che infilò nel tubicino e passò intorno ad essa del filo interdentale permettendo così lo snodo e quindi l’inclinazione per avvicinare la cannuccia alla bocca.

Dagli anni Sessanta, come saprete bene anche voi, l’avvento della plastica ha permesso che le cannelle (sinonimo ovvero parola diversa usata per dire la stessa cosa, in questo caso cannucce) fossero di tutti i colori e grandezze.

I lati positivi sono quelli igienici: le labbra non entrano a contatto col bicchiere, così come le bevande zuccherine non toccano direttamente i denti aumentando la possibilità di carie dolorose. C’è però da dire che per alcune persone l’aria che entra nella pancia può provocare qualche problemino… e allora, attenzione scappate!!!

il danno più grande e irreparabile dell’uso della plastica purtroppo lo conosciamo bene: se non viene ben smaltita e riciclata, cosa non possibile tra l’altro per le cannucce, le tartarughe se le ritrovano tra le narici e  gli altri animali marini possono ingerirle, causa la morte.

Secondo voi Spongebob usa cannucce di plastica per bere???

Credo che ci siano soluzioni pratiche e intelligenti: per esempio il nostro amico spugnoso che vive in fondo al mare, userà senza dubbio quelle fatte di alghe che possono avere anche l’aroma di  vaniglia, di frutta, di menta, di caramello.

Si possono altrimenti realizzare in bambù, in acciaio, in vetro o, perché no?, usare le zite, un formato di pasta lunga e bucata proprio fatto a cannuccia!

Ed allora ragazzi, il futuro è nella vostra conoscenza: dal bere un succo a saper come gettare i rifiuti… facciamolo con sapienza!

Fonti:

https://barmanitalia.it/storia-delle-cannucce/

https://barmanitalia.it/cannucce-di-plastica-e-alternative-per-lambiente/

https://www.giornalettismo.com/cannuccia/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: