L’EPIDEMIA DI ATENE: CORSI E RICORSI STORICI ATTRAVERSO TUCIDIDE

” (…) Si trovavano in Attica appena da pochi giorni, quando l’epidemia iniziò a diffondersi in mezzo agli Ateniesi; si diceva che già in precedenza si era abbattuta d’improvviso da molte parti, fra cui il territorio di Lemno e altri paesi, ma non si ricordava che in alcun luogo si fossero verificate una pestilenza così grave e una simile perdita di vite umane. In effetti, né i medici erano preparati a curare il morbo, che si manifestava per la prima volta – anzi erano quelli che ne morivano di più (…) – né alcun’altra risorsa umana (…). E non si affermò una terapia che fosse una, per così dire, dalla cui applicazione derivasse un sicuro giovamento: quella che faceva bene a uno, faceva male a un altro. (…) Tutte le consuetudini cui si attenevano in passato per gli onori funebri furono stravolte e provvedevano alla sepoltura ciascuno come poteva. (…) Anche negli altri aspetti, la pestilenza fu per la città causa iniziale dell’ulteriore sovvertimento dei costumi”.

Tucidide, Libro II 47; 51-53

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: