BREVE STORIA DELLO SPECCHIO

In principio fu l’acqua, poi lastre in metallo

Proprio come fate voi, magari quando siete al mare o in riva ad un fiume o semplicemente vicino ad una pozzanghera, anche gli antichi guardavano il proprio volto riflesso sull’acqua. L’acqua è stato il primo specchio della storia dell’umanità. Poi alcuni popoli antichi il volto lo videro riflesso su lastre di metallo, specie di argento, rame o bronzo.

I maestri: Egizi, Etruschi, Greci e Romani

Furono gli Egizi a costruire i primi specchi: erano circolari, a forma di sole, inizialmente in bronzo ma in seguito anche d’argento e d’oro. Dopo di loro furono gli Etruschi, i Greci e i Romani ad usare le lastre di bronzo decorate per specchiarsi. I primi specchi a scatola, non rotondi ma quadrangolari, furono greci e risalgono al secolo VI a.C. I Romani furono i primi a produrre specchi: prendevano del vetro incolore e lo univano a una foglia di stagno o di piombo. Alcuni reperti archeologici, tuttavia, testimoniano che questo tipo di specchio era già conosciuto e realizzato anche nell’antico Egitto.

I primi veri specchi nacquero in Italia: a Murano!

Ma i veri e propri specchi, oggetti raffinati ed eleganti, preziosi, vere e proprie opere d’arte, furono realizzati a Murano nel corso del secolo XIV. Erano tuttavia specchi che seguivano un procedimento costosissimo e che pochi potevano comprare. Solo nel 1540 il veneziano Vincenzo Redor mise a punto la tecnica dello spianamento delle lastre di vetro, creando un vetro limpido (il cristallo) che è all’origine della produzione di quegli specchi veneziani di alto pregio famosi in tutto il mondo.

Drayton e Leibig: nasce lo specchio moderno

Il processo di argentatura, scoperto nella seconda metà del secolo XIX dal chimico inglese Drayton e dal chimico tedesco Von Leibig, consiste in una soluzione di nitrato d’argento, ammoniaca e acido tartarico mediante la quale vengono fissate al vetro delle particelle quasi invisibili di argento coperte di gommalacca. Grazie a questa scoperta, il prezzo degli specchi calò moltissimo, facendo diventare quest’oggetto accessibile a tutti.

Per approfondire:

S.Melchior-Bonnet, “Storia dello specchio”, Dedalo, 2002

Specchi e storia: antichi egizi, tecniche veneziane e realizzazioni moderne (cantonionline.it)

Le specchiere antiche, storia ed evoluzione (antiques-magazine.com)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: